Cosa è?

Ci sono casi in cui non è possibile fare interventi di implantologia a causa dell’assenza di osso sufficiente: la rigenerativa ossea è quella branca chirurgica che permette, tramite l’utilizzo di diverse tecniche, la “costruzione” di nuovi tessuti ossei atti a permettere l’inserimento di impianti dentali stabili e a creare quindi una buona condizione funzionale/estetica.

.

In che casi si applica?

Laddove ci sia la necessità di aumentare il volume dell’osso, molto spesso nelle condizioni di mancanza di denti per lunghi periodi.

Questa tipologia di intervento è indicato anche nei casi di parodontite di grado moderato-severo, dove la retrazione ossea può portare anche alla mobilità e conseguente perdita dei denti.

Che tecniche esistono?

Sono numerose, ma evidenziamone alcune:

  1. Piccolo rialzo del seno mascellare:

Utilizzata nel mascellare superiore si applica quando l’osso mancante al posizionamento degli impianti è di poca entità ed in corrispondenza del “seno mascellare”, area cava in prossimità dello zigomo.

L’intervento di rigenerativa risulta quasi sempre contestuale all’inserimento dell’impianto nella posizione desiderata e può prevedere l’utilizzo di nuovo osso e biomembrane.

Viene realizzato in anestesia locale e non causa dolore al paziente.

Successivamente all’intervento si attendono i tempi biologici di circa 4 mesi per l’ osteointegrazione dell’impianto (la ricrescita dell’osso intorno alle spire della “vite in titanio”) e, non appena risulta completamente affidabile e stabile, si procede alla protesizzazione, cioè all’applicazione del dente.

 

  1. Grande rialzo del seno mascellare 

Il grande rialzo del seno mascellare è una tecnica più complessa rispetto alla precedente e si ricorre ad essa quando la quantità di tessuto osseo da rigenerare è maggiore.

Successivamente all’intervento si attendono alcuni mesi mesi perché l’osso si rigeneri correttamente al fine di poter applicare le future protesi dentali.

In alcuni casi gli impianti vengo stabilizzati contestualmente a questa tecnica di rigenerativa ossea.

 

  1. GBR computer guidata (Guide Bone Regeneration)

Si tratta di una tecnica chirurgica spesso utilizzata nell’arcata inferiore che serve a rigenerare le strutture ossee mancanti.

In questa tecnica vengono utilizzate delle membrane assieme a materiali di riempimento al fine di riempire di “osso mancante” tutte quelle zone che presentino difetti.

In alcuni casi vengono utilizzate delle mesh in titanio custom made, in queste situazioni la membrana viene sostituita con una griglia in titanio studiata precedentemete su una ricostruzione virtuale al computer per poi essere “stampata” ed applicata; in questo caso il vantaggio consiste nell’applicazione di presidi antecedentemente progettati e perfettamente personalizzati al paziente specifico.

Le griglie Custom made possono essere realizzate su disegno digitale a partire dalla tac del paziente per sopperire con assoluta precisione al difetto osseo individualie.

Ciò diminuisce notevolmente l’invasività della procedura con una riduzione importante dei tempi intraoperatori e di recupero.

 

Questa procedura è eseguita ambulatorialmente ed in anestesia locale e, I pazienti che lo desiderassero, possono beneficiare di una sedazione cosciente  che rende l’esperienza assolutamente semplice da affrontare.

 

Il nostro studio

Lo studio Dental@Med collabora con il Dott. Valerio Ramieri , Medico Chrirugo con un dottorato di ricerca in chirurgia Maxillo-Facciale, che è un esperto di Rigenerativa Ossea.

Contattaci se vuoi valutare assieme ai nostri Clinici la possibilità di essere sottoposto a questo trattamento