DECALCIFICAZIONI

post blog deca

MACCHIE BIANCHE DELLO SMALTO

 

Le macchie bianche o “white spots” sono difetti dello smalto dentale visibili sulla superficie dei denti. Sono di colore bianco latte, che risalta rispetto al colore traslucente del circostante smalto sano.
Hanno la forma di puntini bianchi oppure di vere e proprie macchie o di striature; di frequente riguardano i denti esposti col sorriso quindi sono spesso fonte di disagio estetico.

QUALI SONO LE CAUSE
Le macchie bianche dello smalto possono comparire per numerose ragioni:
– ragioni alimentari (frequente assunzione di bevande acide come bibite gasate, succo di limone od agrumi, fluorosi cioè eccessiva assunzione di fluoro attraverso integratori, cibi o bevande, alimentazione con molti zuccheri semplici)
–  scarsa igiene orale
disidratazione della bocca (che si verifica nei fumatori, nei respiratori orali o nei soggetti che assumono farmaci che hanno come effetto collaterale la riduzione della salivazione)
– problematiche di sviluppo dello smalto dentale durante la formazione del dente (ipoplasia dello smalto, MIH)
– reflusso gastrico o celiachia
– trattamenti ortodontici.
 
PERCHÉ SI FORMANO
Le condizioni sopra descritte possono causare la decalcificazione (o la mancata calcificazione durante lo sviluppo dentale) dello smalto, condizione che si esprime con la macchia bianca o “white spot”.

Le macchie bianche dello smalto non vanno intese solamente come inestetismi. Esse infatti esprimono un difetto nella struttura dello smalto dentale, cioè la mancanza di una parte della sostanza minerale di cui normalmente è composto, la quale è andata perduta o non si è mai formata.
 
IL NOSTRO STUDIO
Per anni non è stato possibile curare le white spots ed ottenere un miglioramento estetico, se non con metodi invasivi rispetto alla compromissione effettiva del dente (incapsulamento/faccette). E’ grazie alle più recenti tecnologie, che mettiamo a disposizione dei nostri pazienti, che è diventato possibile trattare le macchie bianche nell’arco di un’unica seduta alla poltrona odontoiatrica. La terapia è indolore e breve quindi il trattamento risulta sostenibile anche da pazienti fobici o di giovane età.

COME SI SVOLGE LA TERAPIA?
Dopo un pretrattamento della macchia bianca vi viene applicata una resina trasparente molto fluida e quindi in grado di penetrare all’interno della lesione. E’ così che  tale sostanza va a colmare il deficit lasciato dalla decalcificazione; questo “riempimento” rinforza la struttura demineralizzata della macchia bianca con l’importante conseguenza di ridurne l’aspetto fino a renderla invisibile.
Allo scopo di ottenere il miglior risultato estetico possibile, spesso può essere utile associare alla terapia sopracitata, un trattamento di sbiancamento delle arcate dentarie.
 
Approfondimenti su PubMed

 

  

 

 contattaci senza impegno e tutto il nostro staff sarà lieto di accoglierti. 

 

prenotareCHIAMA ORA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *